jueves, 29 de abril de 2010

Io non mi arrabbio, sottolineo con forza

Le piú anziane di la lezione d'italiano sono quelli che rispettano meno agli altri, quelli che non fanno i compiti e sono sempre distratti. Quando abbiamo da corregere alcuni compiti, sempre che alcuno que parla sopra gli altri, per fare notare che anche lui ha fatto i compiti (siamo tutti adulti, supponiamo che tutti abbiamo fatto i compiti), ti correggono qualcosa che era ottima come si loro hanno la verità assoluta.

Che un' altre volte che non prestano atenzione è quando debono parlare non sanno che estabamo leggendo e tutti dobbiamo aspetare a che questa persona ritorne a la realità. Oggi dovevamo fare un compito in coppia è quando controlliamo gli esercizi, la mia compagna doveva leggere e diceva tutto male perchè non staba ascoltando a nessuno è sembraba che le due abbiamo fatto male l'esercizi, ma veramente era LEI che non diceva lo corretto.

Un'altra cosa è (per questa assurda sete de che tutti sapevamo che LORO sanno "moltissimo") che si stamo dicendo, per essempio: lui va dal medico, lei va dal dentista, etc. Che quealcuno che interrompe per dire: Io ho messo: lei va dal dottore perchè ha male di pancia perchè la sera scorsa ha mangiato un chivo piú grasso. Si, tu puoi inventarle una vitta a questa persona, ma veramente non le importa a NESSUNO, e vogliamo continuare a la lezione, grazie mile, giá sapiammo che tu sai queste cose, anche le sappiamo noi, perchè stammo nello stesso livello.

Loro piacciono parlare: parlado da suei famiglia (conoscono i nomi de tutti i suei parenti), parlano de lo che hanno fatto il fine di settimana, de lo che hanno mangiato, della sua casa, parlano parlano parlano. E dopo non habbiamo il tempo per fare gli esercizi, e lo dobbiamo farli a casa, come compito per la prossima lezione, un'altra volta: grazie mile.

Me arrabia che per queste cose, le lezioni diventano noiose e invece di goderle, mi fa mal di pancia, perche me fastidia non potere fare o dire niente al riguardo e devo rimanere zitta. Penso che il rispetto (o la mancanza di rispetto) non è un problema generazionale ma di educazione e sono un po' (molto) stanca di sopportare queste persone, se vuoi essere il protagonista, conttrate a un professor a domicilio e rimanga a sua casa dove il suo monologo non infastidirai a nessuno.



Debe tener un millón de errores, pero tenía que ser en italiano.

3 comentarios:

aeroslaly dijo...

Yo trate de entender algo....pero despues cuando lei la parte de los fideos...me perdi..jaja bueno te pedi la traduccion o de que se trataba....
Y lo que te pasa es un bajon,te perturban y encima te atrasan con lo que tenes que ver...
y QUE CARAJO TE IMPORTA LA VIDA DE SUS FAMILIARES JAJAJAJA...
bue...a respirar profundo....inalo unddddooo panzaaa y exalo bajo costillasss jajaja
besote

Jazcho dijo...

Justamente, abajo dice que salgo de las clases con dolor de panza por la impotencia de no poder decir ni hacer nada al respecto. manditos viejos.

Mercedes dijo...

jaja... Jaz! yo sabia del tema... Pobres vejetes! ellos hacen catarsis.
Y yo no puedo leer este post :(